Messina show con l’Isola Capo Rizzuto

Messina travolgente nell’ultimo impegno stagionale al “Sant’Antonio” di Isola Capo Rizzuto: show dei giallorossi ospiti contro il fanalino di coda del campionato, il tabellino recita un netto 8-1 per Prisco e compagni.

Mattatore dell’incontro il “Cobra” Arcangelo Ragosta, autore di una tripletta (primo gol su rigore ad aprire le danze del match). L’attaccante di origine campana mette in mostra tutti i colpi del suo repertorio, con prodezze balistiche e la consueta freddezza negli ultimi quindici metri. A segno per il Messina per la prima volta in campionato anche gli under Carmelo Bucca, Fabio Bossa e Biagio Carini, una soddisfazione personale a lungo inseguita e agguantata solo in extremis. A completare il quadro delle marcature il decimo gol stagionale di Agostino Mascari e l’ennesima perla di Marco Rosafio, top scorer giallorosso con dodici centri. Per i calabresi gol della bandiera (per il momentaneo 1-3) di Pellizzi su calcio di rigore.

ISOLA CAPO RIZZUTO-MESSINA  1-8

Marcatori: Ragosta (M) su rigore al 7’, 33’ e al 39’, Mascari (M) al 10’, Bucca (M) al 19’, Pellizzi (I, rig.) al 29’ p.t., Bossa (M) al 5’, Carini al 7’, Rosafio al 39’ s.t.

Isola Capo Rizzuto (4-2-3-1): Pullano (dal 1’ s.t. Macrì); Artese (dal 29’ s.t. Frustaglia), Paonessa, Magliano, Scuteri (dal 13’ p.t. Greco); Caterisano, Bruno; Mirabelli (dal 10’ s.t. Iannone), Ennin, Pellizzi; Colacchio. (Martino, Liperoti, Affatati, Prestinice, Policastrese). All. Leone.

Messina (4-3-3): Prisco; Lia (dal 10’ s.t. Rosafio), Bucca, Cassaro, Misale; Balsamà, Bossa (dal 26’ s.t. Iudicelli), Lavrendi; Carini (dal 20’ s.t. Manetta), Mascari (dal 44’ p.t. Stranges), Ragosta (dal 1’ s.t. Cocuzza). (Rinaldi, Cozzolino, Inzoudine, Migliorini). All. Facciolo (Modica squalificato).

Arbitro: De Angeli di Milano

Note: ammoniti Colacchio (I), Balsamà (M), Iannone (I).