Il Messina cade a Vibo Valentia

Fine della corsa playoff per il Messina dopo la sconfitta rimediata al “Razza” di Vibo Valentia: il successo in rimonta dell’Ercolanese sul Roccella spegne gli ultimi entusiasmi dei giallorossi, la distanza in classifica è ormai praticamente incolmabile.

Contro una Vibonese lanciata nella corsa alla prima posizione, Giacomo Modica deve registrare l’indisponibilità del terzino Damiano Lia. il tecnico mazarese prova a far quadrare il conto degli under preferendo Carini a Yeboah nel ruolo di centravanti; in porta prima apparizione nel 2018 per Armando Prisco in sostituzione di Federico Meo. Un gol annullato a Ragosta nei primi minuti è la pietra angolare di tutti i rimpianti giallorossi: il “Cobra” scatta sul filo del fuorigioco dopo aver raccolto uno splendido assist di Bossa, la sua prodezza è annullata dal signor Loffredo di Torino. Poi sale in cattedra la Vibonese, devastante con le accelerazioni di Tito e gli inserimenti di Bubas.

Ad inizio ripresa la svolta del match: dubbio mani in area di Cassaro e rigore del vantaggio firmato con precisione dallo stesso Tito. Al 19’ espulsione di Bossa per doppia ammonizione: il Messina sbanda, i calabresi chiudono i conti con Bubas dopo appena dieci minuti. I subentrati Yeboah, Cocuzza e Stranges non pungono, la Vibonese conduce in porto una vittoria fondamentale nella complessa corsa alla promozione diretta.

VIBONESE-MESSINA  2-0

Marcatori: Tito (rig.) al 4’, Bubas al 30’ s.t.

VIBONESE (4-4-2) Spataro; Ciotti, Altobello, Silvestri, Tito; Luise (dal 16’ s.t. Arario), Vacca (dal 14’ s.t. Buda), Obodo, Sowe (dal 31’ s.t. Ondo); Bubas (dal Dorato), Allegretti (dal 31’ s.t. Franchino). (Mengoni, Lettieri, Ba, Silvestro). All. Orlandi.

MESSINA (4-3-3) Prisco; Cassaro, Bruno, Manetta, Misale; Cozzolino (dal 9’ s.t. Balsamà), Bossa, Lavrendi (dal 26’ s.t. Migliorini); Rosafio (dal 22’ s.t. Cocuzza), Carini (dal 9’ s.t. Stranges), Ragosta (dal 10’ s.t. Yeboah). (Meo, Barbera, Bucca, Iudicelli). All. Modica.

Arbitro: Loffredo di Torino.

Note: Bossa (M), Prisco (M), Migliorini (M), Buda (V), Balsamà (M). Espulso: Bossa al 19’ s.t.