Il Messina impatta a Gela

Il Messina allunga la striscia positiva impattando con un risultato ad occhiali al “Vincenzo Presti” di Gela. La gara, costantemente condotta sul filo del nervosismo e di un agonismo esasperato, non regala particolari emozioni ai duemila spettatori presenti: solo una sterile supremazia territoriale per gli ospiti, vicini nel primo tempo al gol del vantaggio con due incursioni in area del ghanese David Yeboah.

Espulsi durante l’intervallo per intemperanze l’ex Vincenzo Polito e il francese Yvan Inzoudine: Modica ripesca Cassaro dalla panchina per coprire la difesa, la sfida si incanala sui binari della noia tra falli tattici, rallentamenti e perdite di tempo.

Sui titoli di coda l’occasione migliore per i giallorossi: un preciso diagonale scagliato da Cozzolino trova pronto il portiere gelese Biondi con una respinta d’istinto di piede. Poi il triplice fischio di Scatena: per il Messina un buon punto ottenuto su un campo insidioso, la distanza dalla zona playoff si riduce ad otto lunghezze grazie alla concomitante sconfitta dell’Ercolanese a Nocera.

GELA-MESSINA  0-0