Sancataldese corsara al “Franco Scoglio”

Brusca interruzione per la striscia positiva inaugurata con il colpo esterno di Palazzolo. Il Messina capitola al “Franco Scoglio” contro una Sancataldese ordinata, rapida nelle ripartenze e cinica in fase offensiva, forse anche agevolata dalla giornata negativa di alcuni degli interpreti più attesi in casa giallorossa.

Inizio in salita, come da tradizione. All’8’ minuto una palombella di Zappalà sugli sviluppi di un corner porta i nisseni in vantaggio: il pallone si infila lentamente in rete sotto gli occhi dell’esordiente Rinaldi e del capitano Cocuzza. Il Messina riparte subito alla ricerca del pari: prima dell’intervallo ci provano Rosafio e Lavrendi (traversa), poi il gol annullato a Ragosta per un fuorigioco millimetrico.

Ad inizio ripresa arriva il raddoppio degli ospiti con una rapida transizione finalizzata da Carrozza su suggerimento di Sessa; polemiche giallorosse per un presunto fallo ai danni di Migliorini in avvio di azione. Modica passa al 4-2-4: il subentrato Dezai prima fallisce un appoggio da pochi passi (miracoloso nell’occasione Serenari), poi sigla la rete che dimezza lo svantaggio. L’assedio si prolunga anche nei sei minuti di recupero concessi dalla signora Garoffolo, ma il risultato non muterà più.

MESSINA-SANCATALDESE  1-2

Marcatori: Zappalà (S) al 10’ p.t.; Carrozza (S) al 2’, Dezai al 38’ s.t.